maschera iron man modello stampa 3D

Vincitori e perdenti dalla Fiera Technology Hub.

Le impressioni a caldo: 4 aree coinvolte, differenze abissali. Analizziamole.

VINCITORE ASSOLUTO: Stampa 3D. Non è solo questione di hype, il mondo ha fame di produzione di oggetti a livello più o meno domestico, su misura, del materiale che più piace, il futuro è della customizzazione di massa (come insegna ADIDAS)

GRANDE PERDENTE: Le app. Non se le caca più nessuno. C’è gente che prova a vendere tecnologia mobile ma non ci credono più neanche loro stessi.

LA GRANDE SCOMMESSA: Realtà virtuale. Interesse palpabile, discreta interazione agli stand, l’impressione è che essendo una esperienza solitaria non riesca a trascinare le persone come le altre tecnologie.

MERCATO MATURO: I droni. Ormai ci sono droni di ogni prezzo, di ogni forma, il mercato è maturo e pronto a comprare in quantità, ma ce ne sono così tanti che fuori dalle fiere specifiche resta sempre una delusione perché non troverai magari ciò che ti piace. Comunque è la conferma che i droni siano il presente, senza aspettare il futuro.

PREMIO EPIC WIN: EX-AEQUO
1) Ai produttori delle stampanti 3D autocalibranti. Perché aprono la strada alla produzione di massa senza intoppi, che il mercato chiede in maniera folle e pochi sono in grado di supportare! Una menzione particolare in questo va al team Kentstrapper  che si è messo a nostra disposizione per spiegarci tutti i dettagli produttivi d’uso e tecnologici della stampante di punta che hanno portato in fiera, mostrando grandissima competenza e disponibilità, elemento chiave oggi nel settore.
2) Ai produttori di stampanti XL, perchè la velocità e il grande volume sono il futuro, consentendo di creare anche tavoli, sedie, mensole, e qualunque altro oggetto possiamo immaginare in poche ore e con trucioli di plastica che costano praticamente ZERO! Un nome per tutti: Wasp!

PREMIO EPIC FAIL: Il premio Epic Fail va alle aziende, italiane e straniere, che credono di poter vendere tecnologia portando dei puri venditori oppure hostess di terra alle fiere specialistiche. LE FIGURE DI TOLLA ACCUMULATE NON SI CONTANO PROPRIO! Ma come fate a credere che un imbonitore possa piazzare un prodotto tecnologico complesso come una stampante 3D a chi è uno specialista? Avete visto troppi videocorsi online evidentemente, perdendo di vista la realtà di domande tecniche che meritano risposte esaustive o non venderete mai 2-3 mila euro di macchinario! 

sergio pinto di geofelix e serena fanara design e illuminazione alla fiera 3d technology hub

Sergio Pinto di Geofelix e Serena Fanara di SeFa Design e Illuminazione alla Fiera 3D Technology Hub con una lampada Desert Light di dimensioni giganti, frutto di una delle prime stampe pubbliche della nuova gigantesca Wasp da 4 metri.