Geofelix si è calata in mondi fantastici grazie al sistema PlayStation VR !

 

Ieri, 25 Settembre, siamo andati in Via Tortona 31 a Milano, a provare l’esperienza di Playstation VR e la prima impressione si può riassumere con un: Wow !

La sfida più difficile per un sistema di realtà virtuale è riuscire a far dimenticare completamente il mondo reale e Sony ci riesce davvero bene. Abbiamo provato tre giochi differenti che ci hanno portato nelle profondità dell’oceano, su un’autostrada e in pista.

Una volta indossato il visore e le cuffie ecco che ci troviamo calati sempre più a fondo nell’oceano: dettagli spettacolari nelle varie razze di pesci che ci girano intorno e sembra tutto tranquillo finchè non appare uno squalo feroce. Oltre al dettaglio incredibile, quello che fa la differenza in questo gioco è l’audio, dove il respiro del protagonista si fa sempre più affannoso man mano che lo squalo attacca diverse volte la gabbia e la distrugge. Panico e ansia che cresce, grande esperienza anche se poco interattiva.

Poi ci siamo messi la cintura di sicurezza e abbiamo preso l’autostrada col nostro socio di malaffare, mentre motociclisti e delinquenti su furgoni ci sparavano da ogni parte. Apriamo il cruscotto, prendiamo un uzi e spariamo come se non ci fosse un domani. Qui avevamo in mano gli iMove come controller: peccano di poca precisione e mancanza di intuitività, speriamo vengano implementati meglio.

Passano pochi secondi ed eccoci alla guida di una fiammante Ferrari su pista. Spingendo l’acceleratore si ha la percezione vera del movimento, un movimento fluido.

Il difetto comune a molti sistemi di realtà virtuale è la mancanza di definizione in certe fasi di gioco che fa trasparire un effetto blur troppo spinto: questo dà fastidio alla vista scatenando un senso di nausea. Purtroppo anche PlayStation VR ne risente.

Ad ogni modo è un’esperienza unica che consigliamo di provare a tutti i Gamer!

Join #PlayStationVR

 


PlayStation VR Geofelix
PlayStationVR3Buzzoole