meat balls laboratory carne laboratorio vegana beef cells innovazione tecnologia memphis meatsBeef Cells: carne sintetica o animale? Un terzo incomodo tecnologico nel dualismo Vegan Onnivori.



Al mondo non é mai cosí semplice discernere come nella distinzione nero e bianco, 1 o 0, e la realtá tende sempre a stupirci inserendo i toni di grigio.

 

meat balls laboratory carne laboratorio vegana beef cells innovazione tecnologia

Menphi’s Meat é una azienda americana di ricerca biologica, ed ha creato la prima polpetta di “carne di manzo” generata da una coltura di cellule di muscolo di manzo. Nessun animale cioé é stato ucciso né gli é stato fatto del male, poiché le poche cellule di partenza hanno dato vita all’intera coltura. Tecnicamente infatti la polpetta é fatta di Beef Cells, ovvero cellule di manzo, piúche di carne, e come si vede nel video un cuoco é stato chiamato a cucinarle cercando di creare un piatto appetibile.
La dicotomia tra onnivori e vegani si arricchirá presto di una nuova presenza grazie alla ricerca tecnologica in campo biomedico.

Le implicazioni etiche, sociali, economiche, di questa scoperta sono rivoluzionarie perché, al di lá della scelta etica che caratterizza la scelta vegana, la “carne” cosí prodotta richiede il 90% in meno di risorse del pianeta rispetto a quella dell’animale nato cresciuto e poi ucciso.guida galattica per autostoppisti

La cosa mi ricorda un po’ le mucche suicide create in laboratorio e partorite dalla fantasia di Douglas Adams nella Guida Galattica per Autostoppisti. Da ironico vegetariano Adams aveva inserito nel romanzo l’idea che nell’universo “evoluto” venissero creati in laboratorio bovini suicidi. Nati con il desiderio di morire cosí da non far sentire in colpa gli esseri che volevano cibarsi della bistecca e non volevano farne a meno assecondando i motivi etici proposti da vegetariani e vegani.

La notizia mi é appena giunta, e cosí ve l’ho riportata, per cui non sono ancora riuscito a farmarmi una opinione chiara sulla materia. Perché se da un lato appare evidente come la scelta onnivora sia un grande spreco di risorse planetarie (e dal mio punto di vista anche di vite, essendo io vegetariano per motivi etici) non altrettanto chiaro mi appare come classificare quetso ammasso cellulare di proteine animali coltivate in laboratorio.
Alla fine insomma, come spesso accade, l’innovazione supera la societá e sconfina in campi in cui l’etica o la filosofia ancora non si sono addentrate, per cui la filosofia si trovano a dover inseguire l’innovazione tecnologica e a dover dare una collocazione ontologica a quello che é.

Tu cosa ne pensi? Guarda il video e facci sapere la tua opinione!