Cosa è il funnel nel marketing

funnel-marketing-geofelix-web-agency-milano-pavia-1

Il funnel marketing è un argomento di cui si è discusso moltissimo negli ultimi anni.

Le aziende che stanno costruendo o che vogliono sviluppare la propria presenza on line si rivolgono agli esperti di funnel marketing per farsi conoscere e aumentare le vendite, utilizzando a questo scopo un’ampia serie di canali digitali.

Ecco cos’è il funnel marketing e quali sono, nel dettaglio, le fasi in cui si sviluppa.

branding-seo-marketing-creazione-siti-web-pavia-milano-design-progettazione-grafica-geofelix-200

Definizione di funnel marketing

Il funnel marketing è una strategia di marketing per PMI che consente alle aziende di instaurare un rapporto diretto e proficuo con le persone che compongono il target dei loro prodotti o servizi.

Le persone potenzialmente interessante ad eseguire un acquisto vengono guidate passo passo attraverso il funnel, fino a eseguire un’operazione d’acquisto: l’obiettivo è trasformare persone che non erano mai entrate in contatto con un marchio o con un prodotto in clienti soddisfatti e affezionati.

La parola “funnel” in inglese significa “imbuto” e il motivo per cui è stato scelto questo nome è molto semplice: la funzione pratica di un imbuto è quella di incanalare grandi quantità di liquido verso un punto preciso: alla stessa maniera la strategia del funnel marketing è finalizzata a incanalare l’attenzione di un vasto pubblico verso il compimento di una determinata azione, tipicamente l’acquisto di un prodotto o di un servizio.

cosa-e-funnel-marketing-geofelix-web-agency-pavia-milano-3

A cosa serve il funnel di vendita

Il funnel di vendita è finalizzato a guidare il potenziale cliente (lead) verso un’azione di vendita “intercettando” i suoi bisogni nel momento in cui essi si presentano e offrendo una soluzione adeguata a soddisfarli.

Naturalmente il prodotto o il servizio che si intende vendere deve essere presentato come la soluzione migliore o più conveniente per il soddisfacimento di quel bisogno specifico, successivamente si deve agire su più fronti al fine di convincere il cliente ad eseguire l’acquisto.

La conoscenza del proprio target di vendita è un requisito fondamentale per la progettazione e la messa in opera di una campagna di funnel marketing.

La definizione di alcuni modelli di clienti ideali (buyer personas) permetterà di definire con puntualità quali sono le abitudini social dei propri potenziali clienti, quali sono i prodotti che acquistano normalmente o almeno i loro brand di riferimento. Il loro sesso e la loro età naturalmente sono informazioni vitali per la corretta definizione del target.

Una volta conclusa la fase della profilazione dei clienti si può passare a strutturare una strategia di funnel marketing vera e propria che riesca a rivolgersi con precisione quasi chirurgica ai clienti ideali dell’azienda.

cosa-e-funnel-marketing-geofelix-web-agency-pavia-milano-2

Le fasi del funnel marketing

Come già detto, il funnel marketing “accompagna” passo passo il cliente verso l’acquisto attraverso una serie di azioni che corrispondono a vari livelli sempre più profondi dell’imbuto.

Fase 1 – Awareness (Consapevolezza)

In questa fase si ha a che fare con un cosiddetto “cliente freddo” o “lead”. Si tratta di un cliente che ha un bisogno specifico, ma che non conosce né il brand né il prodotto che si intende vendere attraverso il funnel commerciale che stiamo mettendo in atto.

Compito della strategia sarà rendere noto il prodotto al cliente attirando la sua attenzione.

Fase 2 – Interest (Interesse)

Dopo aver reso il potenziale cliente consapevole dell’esistenza del prodotto che si intende vendere è necessario attirare il suo interesse verso il prodotto: l’ideale sarebbe che il cliente (che in questa fase viene chiamato “prospect”) faccia una ricerca su internet per ottenere informazioni sul prodotto.

branding-seo-marketing-creazione-siti-web-pavia-milano-design-progettazione-grafica-geofelix-200

Fase 3 – Decision (Decisione)

La rete fornisce ai suoi utenti tutti gli strumenti necessari ad acquisire informazioni su un gran numero di prodotti, spesso messi sul mercato da aziende concorrenti tra loro. In questa fase è necessario indirizzare la scelta (o decisione) del cliente verso il proprio prodotto.

Fase 4 – Action (Azione)

Dopo aver scelto di acquistare il prodotto, il cliente deve passare dalle intenzioni ai fatti compiendo un’azione d’acquisto e, naturalmente, va indirizzato verso di essa.

cosa-e-funnel-marketing-geofelix-web-agency-pavia-milano-4

Funnel digital marketing: i vari strumenti

Il digital marketing mette a disposizione una vasta serie di strumenti, ognuno dei quali dà il meglio di sé in una particolare fase del funnel di vendita: quindi è importantissimo avere un’ottima gestione dei Social Network in prima istanza perchè si può ottenere l’attenzione del potenziale cliente.

Nella prima fase infatti è fondamentale un’efficace comunicazione pubblicitaria che fornisca informazioni utili e interessanti sul prodotto o sul servizio pubblicizzato. L’obiettivo di questa fase è ottenere un indirizzo email per ogni cliente.

Nella seconda fase e nella terza si inviano email agli indirizzi ottenuti, proponendo contenuti di valore (idee sull’utilizzo dei prodotti, informazioni interessanti in merito all’ambito in cui il prodotto si inserisce, eccetera) e offerte speciali esclusive per coloro che sono entrati a far parte della mailing list.

La quarta fase si sviluppa di solito attraverso un contatto diretto con il cliente: una telefonata o un incontro dal vivo sono la conclusione ideale del funnel di vendita. L’alternativa è costituita da una landing page efficace che conduce il cliente a effettuare l’acquisto on line in autonomia.

Leggi anche l’articolo: SEO cosa significa e perché è importante per il marketing.

branding-seo-marketing-creazione-siti-web-pavia-milano-design-progettazione-grafica-geofelix-198

SEO cosa significa e perché è importante per il marketing

Chiunque abbia un sito sogna di vederlo posizionato nella prima pagina di ricerca di Google, magari addirittura in primissima posizione. Come si ottiene un risultato del genere? Non c’è una risposta semplice, dal momento che per ottenere la totale approvazione di Google (e degli altri motori di ricerca) è necessario soddisfare una lunga serie di requisiti che vanno dalla user experience fino alla velocità di caricamento delle pagine passando attraverso la rilevanza e il valore dei contenuti, cioè la loro utilità per l’utente.

L’insieme dei fattori da soddisfare per ottenere le prime posizioni sui motori di ricerca viene studiato da specialisti del settore, che fanno in modo di comprendere quali siano le strategie globali da mettere in atto per ottenere un buon posizionamento del sito. Lo studio e l’attuazione di tali strategie vanno sotto il nome di SEO.

SEO-cosa-significa-marketing-geofelix-web-agency-pavia-milano-4

Breve storia della SEO per furbetti

Per molti anni la SEO ha generato intorno a sé un alone di sospetto: in passato infatti le pratiche per ottenere un buon posizionamento non erano sempre corrette. Andavano dall’acquisto di link sulle cosiddette pagine Directory da puntare verso la pagina da posizionare all’inserimento di parole chiave nascoste (la famigerata pratica del keyword stuffing) che mirava a convincere Google della rilevanza e del “valore” di una pagina web di scarsa qualità.

Oggi la SEO è molto più di questo ed è ancora uno strumento fondamentale per il posizionamento e di conseguenza per la generazione di fatturato ottenibile attraverso un sito web.

SEO-cosa-significa-marketing-geofelix-web-agency-pavia-milano-3

Cosa significa l’acronimo SEO?

L’acronimo SEO indica la Search Engine Optimization, ovvero l’Ottimizzazione per i Motori di Ricerca. Ecco quindi cosa significa SEO.

A questo significato letterale con il passare del tempo se ne è aggiunto un altro: con l’acronimo viene indicato anche il consulente SEO in grado di agire a più livelli su un sito al fine di migliorare il suo posizionamento.

Tutti gli aspetti di una buona SEO

Come già detto l’ottimizzazione per i motori di ricerca non è qualcosa di semplice e di immediato. Al contrario, si tratta di un insieme complesso di aspetti su cui occorre lavorare in maniera strutturata e parallela, senza tralasciare nulla.

 

Gli aspetti principali della SEO sono:

  • SEO on-page / SEO on-site
    È l’ottimizzazione del contenuto della pagina web e riguarda principalmente il testo: questo deve includere parole chiave in maniera strategica e presentare una strutturazione di titoli e sottotitoli valida per Google. Inoltre interessa anche gli attributi delle immagini, ovvero titolo, descrizione e didascalia.
  • SEO off-page / SEO off-site
    È costituita dalla struttura di link che conducono alla pagina “partendo” da altri siti. Maggiore è il numero di link che “entra” in una pagina, maggiore è il valore che Google attribuisce alla pagina in questione. A patto, naturalmente, che i link provengano da pagine affidabili e non siano acquistati da domini di dubbia qualità
  • SEO tecnica
    Le pagine del tuo sito si caricano facilmente? La creazione del sito web è stata fatta in ottica responsive? Tutti i plug in sono correttamente installati? Un sito funzionante dal punto di vista tecnico è fondamentale per ottenere l’approvazione di Google e, per questo, è necessario affidarsi a un web developer esperto, che sappia gestire e ottimizzare il tuo sito anche dal lato programmazione.

SEO-cosa-significa-marketing-geofelix-web-agency-pavia-milano-2

Quanto conta la SEO nel marketing on line?

Proporre a Google un sito ottimizzato per i motori di ricerca e quindi ottenere un buon posizionamento nelle pagine di ricerca è uno strumento di marketing fondamentale al giorno d’oggi.

Se una pagina web riesce a comparire tra i primi risultati di ricerca proposti da Google vuol dire una sola cosa: quella pagina è in grado di rispondere a una determinata esigenza di ricerca degli utenti (search intent): questi utenti possono diventare clienti potenziali (lead).

Avere un sito interessante che pubblicizza un buon prodotto, ma che non è ben posizionato sui motori di ricerca è come possedere un negozio di lusso in un deserto. I clienti non riusciranno a raggiungerlo, probabilmente non saranno nemmeno a conoscenza della sua esistenza e, di conseguenza, non acquisteranno i suoi prodotti.

Il rapporto SEO – marketing, quindi, è più stretto di quanto si pensi. Il Sarch Engine Marketing, ovvero il Marketing che si fa attraverso i motori di ricerca, si compone infatti di due discipline: SEO e SEA.

La SEA è la Search Engine Advertising, ovvero la pubblicità a pagamento sui motori di ricerca. La SEA assicura risultati sul breve periodo, ma necessita di investimenti continui per tenere alta la visibilità e quindi le vendite di un prodotto, poiché bisogna acquistare continuamente spazi pubblicitari che indirizzano sul sito i potenziali clienti.

La SEO funziona in maniera completamente diversa: gli investimenti sulla SEO di un sito (ottimizzazione tecnica, produzione di contenuti ottimizzati, eccetera) non perdono efficacia dopo un certo lasso di tempo. Al contrario, tutti gli investimenti (altri contenuti, nuove immagini, nuovi link) si sommano a quelli precedenti, aumentando continuamente il valore assoluto del sito.

Per questo motivo, se è vero che la SEA fornisce un boost iniziale o periodico, fondamentale nell’avviamento di un’attività, è anche vero che la SEO è in grado di fornire risultati consistenti sul lungo periodo.

Quindi non devi mai rinunciare alla SEO per il tuo sito internet e devi alimentarla nel tempo.

Leggi anche l’articolo: Cosa è il funnel nel marketing.

branding-seo-marketing-creazione-siti-web-pavia-milano-design-progettazione-grafica-geofelix-198

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito Pillole di Marketing Digitale per Imprese.

 

Open chat
1
Clicca sull'icona e chatta con noi